L'articolo, commentando la sentenza n. 22/2012, contiene un'analisi dei profili della giurisprudenza costituzionale in relazione alla possibilità per la Corte costituzionale di esaminare, in sede di giudizio in via principale, questioni sottoposte dalle regioni ricorrenti che non si riferiscono alle disposizioni costituzionali relative al riparto di competenze tra Stato e Regioni.

Il fine meritevole giustifica l’utilizzo elastico dei mezzi: la Corte e la “ridondanza”

ROSSI, Emanuele
2012

Abstract

L'articolo, commentando la sentenza n. 22/2012, contiene un'analisi dei profili della giurisprudenza costituzionale in relazione alla possibilità per la Corte costituzionale di esaminare, in sede di giudizio in via principale, questioni sottoposte dalle regioni ricorrenti che non si riferiscono alle disposizioni costituzionali relative al riparto di competenze tra Stato e Regioni.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11382/381443
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact