Un’infedeltà coniugale oltraggiosa della dignità della persona ed i suoi risvolti aquiliani all’indomani delle Sezioni Unite del 2008