Identità di genere e famiglia in Irlanda, Regno Unito e Islanda: quali spunti per l'Italia?