Sull’applicazione concorrente della Convenzione europea per i diritti umani e del diritto internazionale umanitario: il caso Hassan