Soggettività e agenti artificiali: una soluzione in cerca di un problema?