Il presente lavoro ha l’obiettivo di individuare i tratti salienti del contributo dell’attività di formazionedi dirigenti e funzionari della pubblica amministrazione in un settore sempre più rilevante dell’intervento pubblico: quello delle politiche di coesione dell’Unione europea e più in generale della gestione dei fondi strutturali e d’investimento. Nella prima parte del testo sono riassunti i principali obiettivi della formazione in materia di coesione (ma validi anche al di là del caso specifico). Nella seconda parte si individuano i tratti evolutivi delle politiche di coesione dell’Unione europea (UE), dalla loro genesi fino alla piena implementazione della più recente programmazione finanziaria (2014-2020). Nella terza parte, si fa riferimento alle ultime riforme delle politiche europee, alla luce della grave crisi pandemica e della conseguente predisposizione della programmazione finanziaria 2021-2027 e alla nascita di nuovi strumenti di intervento, e in particolare di Next Generation EU all’interno del Recovery Plan. L’analisi di questi elementi di innovazione più recente della politica di coesione rientra negli obiettivi Nella quarta e ultima parte del contributo, vengono richiamate le sfide che attendono la PA al fine di cogliere le potenzialità del rinnovato intervento europeo a favore della coesione sociale, economica e territoriale.

FONDI EUROPEI E CAPACITÀ AMMINISTRATIVA: L’OCCASIONE DEL RECOVERY PLAN E IL RUOLO DELLA FORMAZIONE

David Natali
2021

Abstract

Il presente lavoro ha l’obiettivo di individuare i tratti salienti del contributo dell’attività di formazionedi dirigenti e funzionari della pubblica amministrazione in un settore sempre più rilevante dell’intervento pubblico: quello delle politiche di coesione dell’Unione europea e più in generale della gestione dei fondi strutturali e d’investimento. Nella prima parte del testo sono riassunti i principali obiettivi della formazione in materia di coesione (ma validi anche al di là del caso specifico). Nella seconda parte si individuano i tratti evolutivi delle politiche di coesione dell’Unione europea (UE), dalla loro genesi fino alla piena implementazione della più recente programmazione finanziaria (2014-2020). Nella terza parte, si fa riferimento alle ultime riforme delle politiche europee, alla luce della grave crisi pandemica e della conseguente predisposizione della programmazione finanziaria 2021-2027 e alla nascita di nuovi strumenti di intervento, e in particolare di Next Generation EU all’interno del Recovery Plan. L’analisi di questi elementi di innovazione più recente della politica di coesione rientra negli obiettivi Nella quarta e ultima parte del contributo, vengono richiamate le sfide che attendono la PA al fine di cogliere le potenzialità del rinnovato intervento europeo a favore della coesione sociale, economica e territoriale.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Natali (1).pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Licenza non conosciuta
Dimensione 708.33 kB
Formato Adobe PDF
708.33 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11382/537171
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact