L'imputazione della condotta e della responsabilità nei rapporti tra un'organizzazione internazionale e uno Stato membro per la violazione di un obbligo assunto dall'organizzazione in una materia di sua competenza esclusiva. Il parere del Tribunale internazionale del diritto del mare del 2 aprile 2015 sull'attività di pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata all'interno di acque che ricadono sotto il regime della Commissione di pesca sub-regionale. Il meccanismo di attribuzione della responsabilità all'Unione europea. Il binomio competenza esclusiva (Stati come organizzazione)-assenza di un obbligo (Stati come soggetti indipendenti).

Responsabilità di un’organizzazione internazionale in materie di sua competenza esclusiva: imputazione e obbligo di risultato secondo il Tribunale Internazionale per il Diritto del Mare

Gasbarri, Lorenzo
2015-01-01

Abstract

L'imputazione della condotta e della responsabilità nei rapporti tra un'organizzazione internazionale e uno Stato membro per la violazione di un obbligo assunto dall'organizzazione in una materia di sua competenza esclusiva. Il parere del Tribunale internazionale del diritto del mare del 2 aprile 2015 sull'attività di pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata all'interno di acque che ricadono sotto il regime della Commissione di pesca sub-regionale. Il meccanismo di attribuzione della responsabilità all'Unione europea. Il binomio competenza esclusiva (Stati come organizzazione)-assenza di un obbligo (Stati come soggetti indipendenti).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11382/550719
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact